Stitichezza in gravidanza: cause e rimedi Non è raro soffrire di stitichezza in gravidanza, soprattutto nel corso delle prime settimane. Se questo disturbo si somma ai primi sintomi di gravidanza può risultare particolarmente fastidioso: vediamo quindi quali sono le cause e i rimedi.

Stitichezza in gravidanza cause e rimedi

La stitichezza in gravidanza è un problema molto comune, che interessa dall’11 al 38 per cento delle donne in dolce attesa. Non si tratta di un disturbo che mette a rischio la salute di mamma e bambino, tuttavia può essere molto fastidioso, soprattutto se insorge già nel primo trimestre di gravidanza e va a sommarsi alle nausee e ad altri sintomi legati alla gravidanza. Noi di BlaBlaMamma vogliamo spiegarvi quello che c’è da sapere sulla stitichezza gravidanza: le cause, i rimedi e l’alimentazione che può dare un mano ad affrontare questo disturbo.

Le cause della stitichezza in gravidanza

La stipsi in gravidanza è considerata un problema multifattoriale, cioè che viene provocato da una serie di cause concomitanti. Un ruolo importante lo svolgono sicuramente gli ormoni, che insieme ad un cambiamento nelle abitudini alimentari e ad un po’ di stress causato dall’apprendere la notizia della gravidanza, possono avere effetto sulla funzione gastrointestinale. Ecco così che alcune donne si trovano a fare i conti con un intestino più pigro del solito, mentre altre potrebbero essere alle prese con qualche scarica di diarrea.
Con il passare delle settimane e dei mesi, poi, cominciano ad influire anche l’ingombro del feto nel pancione, che può ostacolare il passaggio delle feci, e l’aumento di peso della futura mamma. Non bisogna infine sottovalutare nemmeno la predisposizione individuale, soprattutto per quanto riguarda donne che già soffrivano di stitichezza prima della gravidanza, e una minore attività fisica.

La stitichezza nelle prime settimane di gravidanza

Alcuni studi scientifici hanno rilevato una maggiore incidenza di questo disturbo nelle prime settimane di gestazione e, in generale, nel corso del primo trimestre. Tra le varie cause, in questo periodo, spicca il ruolo degli ormoni e in particolare del progesterone, che favorisce la prosecuzione della gravidanza e rilassa la muscolatura dell’utero, ma che al tempo stesso rallenta il transito intestinale.

Stitichezza in gravidanza rimedi

Per far fronte a questo problema e diminuire il disagio per la futura mamma si possono mettere in pratica alcuni piccoli comportamenti che spesso sono in grado di fare la differenza. In particolare, si possono seguire alcuni consigli contenuti nelle raccomandazioni dell’Organizzazione mondiale della sanità per un’esperienza positiva della gravidanza, rilasciate a novembre 2016.[ 1 ]

Stitichezza in gravidanza cause e rimedi

La giusta quantità di liquidi

Uno dei consigli più semplici da mettere in pratica è quello di bere di più. Durante la gravidanza, infatti, il fabbisogno di acqua aumenta, quindi se non si beve abbastanza le feci possono indurirsi e risultare più difficili da espellere. I classici due litri raccomandati normalmente potrebbero non essere sufficienti: provate ad arrivare a 2,5 litri!

Un’alimentazione ricca di fibre

Anche l’alimentazione influisce sulla motilità intestinale. In generale si consiglia di aumentare il consumo di fibre. Se ne possono distinguere due tipologie:

  • la fibra non solubile, come quella contenuta nella crusca dei cereali, che aiuta il buon funzionamento dell’intestino ma che al tempo stesso limita l’assorbimento di alcuni oligoelementi e che potrebbe irritare le mucose intestinali;
  • la fibra idrosolubile, che stimola il funzionamento dell’intestino è che è presente in frutta, verdura e cereali in chicchi.

Via libera, quindi, a verdura a foglia verde, frutta (anche cotta) come mele, pere, pesche, prugne e susine e a cereali come l’avena. Si può aumentare il consumo di fibre anche assumendo frutta secca, legumi e cereali integrali. Se ciò non dovesse bastare, in accordo con il proprio medico, si possono assumere integratori di fibra solubile come ad esempio gomma di Guar, Inulina, Glucomannani e Psyllium.[ 2 ]

L’attività fisica contro la stipsi

Un po’ di attività fisica è sicuramente un rimedio contro la stitichezza in gravidanza. Non c’è bisogno di esagerare: basterà una camminata di mezz’ora tutti i giorni, ma anche un po’ di ginnastica oppure la pratica di uno sport adatto anche al vostro stato di gravidanza.

Si possono assumere lassativi in gravidanza?

Se tutti questi accorgimenti non fossero sufficienti bisognerà consultare il proprio medico, che potrà consigliare un blando lassativo, ad esempio mucillagini o lattulosio che richiamano acqua nell’intestino aumentando il volume delle feci e facilitandone così l’espulsione. Come tutti i farmaci in gravidanza dovranno essere usati solo dopo aver consultato il proprio medico e per un periodo di tempo limitato.

Speriamo che ora questo argomento che riguarda tante future mamme sia più chiaro. Se avete dubbi o domande potete farcelo sapere sui nostri canali social.

NOTE


1. WHO, WHO recommendations Intrapartum care for a positive childbirth experience
2. Fondazione Umberto Veronesi, Stitichezza in gravidanza, come curarla a tavola