Come pulire la lingua dei bambini? La salute e l'igiene dei bimbi piccoli è interamente affidata ai genitori. Vi siete mai chiesti come pulire la lingua dei bambini e perché è necessario farlo? Scopriamolo insieme!

Come pulire la lingua dei bambini?

Quando si ha un bimbo piccolo è normale preoccuparsi molto per la sua igiene, sia per mantenerlo sempre fresco e pulito, sia per insegnargli giorno dopo giorno a prendersi cura di se stesso. Bisogna quindi fare regolari bagnetti, tagliare le unghiette, pulire il nasino e anche prendersi cura della sua igiene orale. Questo compito, infatti, non deve essere rimandato a quando il bimbo avrà i primi dentini: quella di pulire la lingua dei bambini e le gengive deve essere un gesto quotidiano da compiere fin dalla più tenera età. Noi di BlaBlaMamma vogliamo spiegarvi come fare: tranquilli, non sono richieste attrezzature particolari o abilità speciali!

Perché è importante la pulizia lingua?

La pulizia della lingua del neonato può sembrare una pratica inutile quando il piccolo non ha ancora i dentini e non mangia cibi solidi. In realtà è importante cominciare subito con questa utile pratica per mantenere pulita la bocca dai batteri che vi si possono accumulare e per cominciare a prendere questa buona abitudine fin dalla più tenera età.
Un bimbo piccolo, poi, fa poppate frequenti e questo, oltre ad una ridotta produzione di saliva, porta ad un accumulo di residui biancastri sulla lingua. Questa patina, che deve essere rimossa regolarmente per evitare ai batteri di proliferare, non deve essere confusa con un’infezione chiamata mughetto, causata dal fungo Candida Albicans. In caso di dubbio non esitate a chiedere un consiglio al vostro pediatra di fiducia!

Come pulire la lingua dei bambini

Come pulire la lingua in modo naturale?

Vi state chiedendo come pulire la lingua bianca del vostro bimbo? Non vi preoccupate: si tratta di una pratica abbastanza semplice, che non richiede prodotti o strumenti particolari.
Assicuratevi di avere le mani ben pulite e procuratevi una garzina pulita, inumidita con un po’ di acqua tiepida. Avvolgete il vostro indice con la garzina umida e, tenendo il bimbo in braccio, fategli aprire la bocca in maniera delicata. Introducetevi il dito e, sempre con la massima delicatezza, strofinate delicatamente la lingua, i bordi delle gengive e l’interno delle guance, effettuando un leggero massaggio.

Quando effettuare la pulizia lingua neonato

Potete pulire la lingua del bimbo anche due volte al giorno, magari dopo una poppata: l’importante è che sia voi sia il bimbo viviate questo momento come una pausa di relax e di benessere, non di stress. Cercate quindi di rispettare i tempi e l’umore del piccolo, eventualmente rimandando di qualche minuto questa operazione che deve entrare a far parte della routine quotidiana in maniera piacevole. Se dopo aver pulito la lingua del bimbo persiste una patina biancastra è meglio far presente la cosa al pediatra, in modo da poter valutare se è in corso una micosi o qualche altro problema.

Come usare il pulisci lingua

Se la garzina vi risulta scomoda potete usare un pulisci lingua: si tratta di uno spazzolino in silicone morbido da infilare sul dito per massaggiare lingua, gengive e interno delle guance del neonato.

Come pulire la lingua dei bambini3

E dopo l’eruzione dei primi dentini?

Se avete preso l’ottima abitudine di pulire la bocca del piccolo ogni giorno, dopo l’eruzione dei primi dentini non dovrete fare altro che portarla avanti. Dovrete però cominciare ad introdurre uno spazzolino con setole morbide e un dentifricio per bambini, da usare in quantità davvero minime. Spazzolate con cura tutti i lati dei denti presenti nella bocca del bimbo, ma senza dimenticare lingua, gengive e interno delle guance. Se i dentini sono ancora pochi e vi risulta più comodo, potete abbinare spazzolino e garzina.

Voi pulite la lingua del vostro bambino regolarmente? Avete incontrato dei problemi? Fatecelo sapere sui nostri canali social!