Come insegnare ai bambini a lavarsi le mani Lavarsi le mani è un gesto importante, che va ripetuto più volte al giorno perchè ci aiuta a proteggerci dalle malattie. Vediamo come insegnare ai bambini a lavarsi le mani correttamente, sia con il sapone sia con il gel igienizzante.

insegnare ai bambini a lavarsi le mani

Ascolta l'articolo

Ascolta

Come insegnare ai bambini a lavarsi le mani? Intendiamo ovviamente in maniera corretta ed efficace, non una semplice sciacquata con l’acqua come farebbero loro se non li supervisionassimo attentamente. Le mani, infatti, entrano continuamente in contatto con una grande quantità di oggetti e superfici e quindi di germi potenzialmente patogeni; il lavaggio delle mani è quindi importante per evitare che i bambini si ammalino o diffondano germi. Noi di BlaBlaMamma vogliamo illustrarvi in maniera precisa ed efficace come insegnare ai bambini a lavarsi le mani in maniera corretta.

Perchè è importante insegnare ai bambini a lavarsi le mani?

Le nostre mani e quelle dei nostri bambini quotidianamente vengono in contatto con maniglie delle porte, cibi, animali, superfici dei mezzi pubblici, denaro, banchi di scuola e con una miriadi di oggetti più o meno puliti; quelle stesse mani vengono poi portate al naso, alla bocca o agli occhi. È facile capire, quindi, come un accurato lavaggio delle mani rappresenti un potente mezzo per prevenire e contenere la diffusione di malattie, convinzione avvallata anche dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.
Se i vostri bambini sono un po’ restii a sottoporsi a questa operazione, provate a far loro capire quanto sono fortunati: l’Unicef, infatti, riporta che nel mondo quasi 900 milioni di bambini non può usufruire del lavaggio delle mani a scuola e che addirittura nei Paesi meno sviluppati la maggior parte delle scuole non dispone di nessun servizio igienico.

Come lavare le mani con acqua e sapone?

Il lavaggio delle mani con il sapone è il più comune ed è un gesto che ripetiamo molte volte nell’arco della giornata. Mentre insegniamo ai bambini a lavare le mani, approfittiamone per un bel ripasso anche noi adulti![ 1 ] L’Organizzazione Mondiale della Sanità ci spiega le varie fasi del lavaggio mani, un’operazione che può sembrare banale ma che, come abbiamo visto, è davvero importante:

  • bagnare bene le mani sotto il getto d’acqua;
  • applicare una sufficiente quantità di sapone;
  • strofinare bene le mani palmo contro palmo, poi sfregare il palmo destro sopra il sinistro e viceversa, intrecciando anche le dita tra loro. Frizionare infine il dorso delle dita contro il palmo opposto per raggiungere ogni parte delle mani. E senza dimenticarci del pollice, che va strofinato tenendolo stretto nel palmo della mano opposta!
  • Sciacquare attentamente le mani sotto l’acqua corrente;
  • asciugare con una salvietta monouso;
  • soprattutto se siamo fuori di casa, chiudere il rubinetto utilizzando la salvietta monouso.

L’intera operazione dovrebbe durare circa 60 secondi. Come capire se le mani sono state strofinate abbastanza? Semplice: abituate i bambini a canticchiare la canzoncina “Tanti auguri a te” dall’inizio alla fine per due volte.

come lavare le mani

Come lavare le mani con una soluzione igienizzante?

Il normale lavaggio con acqua e sapone è sufficiente per debellare germi e batteri, ma quando non è possibile effettuarlo si può ripiegare su un lavaggio mani con una soluzione igienizzante. Anche in questo caso, insegnare ai bambini i corretti passaggi può aiutare e prevenire il diffondersi di germi e batteri. Si fa così:

  • versare sul palmo della mano una quantità di gel igienizzante sufficiente a coprire la superficie delle mani;
  • strofinare palmo contro palmo, poi il palmo sinistro sopra al destro e viceversa intrecciando le mani, poi il dorso delle mani con le dita della mano opposta. Si passa poi ai pollici, da sfregare tenendoli stretti nel palmo della mano opposta, e alle dita: tenendole strette tra di loro devono essere frizionate nel palmo della mano opposta;
  • frizionare anche i polsi, usando le dita della mano opposta;
  • una volta asciutte, le mani saranno pulite. Tutta l’operazione dovrebbe richiedere circa 30 secondi.

lavarsi le mani

Quando lavarsi le mani?

Insegnare come lavare le mani ai bambini è importante perchè si tratta di un’operazione da ripetere più volte nel corso della giornata. Più precisamente, le mani andrebbero lavate prima di:

  • maneggiare alimenti;
  • mangiare;
  • somministrare farmaci;
  • toccare o medicare ferite;
  • toccare una persona malata;
  • applicare o rimuovere lenti a contatto;
  • usare il bagno.

Bisogna poi lavarsi le mani dopo:

  • aver starnutito, tossito o soffiato il naso;
  • essere stati a contatto con una persona malata;
  • aver usato il bagno;
  • aver toccato un animale;
  • aver fatto giardinaggio;
  • aver toccato, maneggiato o cucinato cibo crudo, soprattutto carne, pesce e uova;
  • aver toccato monete o banconote;
  • essere stati sui mezzi pubblici;
  • essere stati in luoghi affollati.

Rispettando queste semplici norme igieniche riusciremo probabilmente ad ammalarci di meno. E voi, come avete insegnato ai vostri bambini a lavarsi le mani?

NOTE


1. Ministero della Salute, Previeni le infezioni con una corretta igiene delle mani