Cos’è l’adolescenza, a che età inizia e quando finisce? Ecco cosa sapere I genitori alle prese con i primi cambiamenti dei figli spesso si chiedono quando inizia l'adolescenza e quando finisce. Vediamo insieme cosa sapere su questo periodo difficile ed esaltante.

Cos'è l'adolescenza, a che età inizia e quando finisce

Ascolta l'articolo

Ascolta

Chi di noi genitori non ricorda l’adolescenza con un misto di nostalgia e di sollievo per aver superato questa fase? Si tratta infatti del delicato periodo tra l’infanzia e l’età adulta, durante la quale i ragazzi sperimentano grandi cambiamenti fisici, ormonali e psicologici. Noi di BlaBlaMamma vogliamo aiutarvi a mettere qualche punto fermo su questo argomento, spiegandovi esattamente che cos’è l’adolescenza, quando inizia e quando finisce.

Cos’è l’adolescenza?

In generale, si definisce adolescenza il periodo di tempo che intercorre tra la maturazione sessuale, cioè la pubertà, e l’età adulta. Per le ragazze la fine della pubertà e l’ingresso nell’adolescenza e segnato dal primo ciclo mestruale, mentre per i ragazzi questo confine è più sfumato.
La parola “adolescenza” racchiude in sé il senso di questo periodo: adolescere, infatti, in latino significa proprio “crescere”. Questa parola ci riporta con la mente in maniera inevitabile ad un periodo di grandi cambiamenti e di grandi emozioni: da bambini si diventa adulti e questo passaggio è caratterizzato da tempeste emotive, innamoramenti, conflitti con i genitori, grandi ideali, dalla ricerca di se stessi, della propria identità e del proprio posto nel mondo. I ragazzi, in questa fase, vivono anche il conflitto tra avere ancora bisogno della protezione dei genitori e la voglia di essere autonomi e indipendenti. Se a questo aggiungiamo gli inevitabili cambiamenti fisici, ci rendiamo conto di come sia un periodo davvero difficile ed esaltante al tempo stesso.

Cos'è l'adolescenza, a che età inizia e quando finisce

Quando inizia l’adolescenza e quando finisce?

L’adolescenza inizia tra gli 11 e i 12 anni per le ragazze e leggermente più tardi, tra i 12 e i 13 anni, per i ragazzi. Sono proprio gli ormoni sessuali a dettare i cambiamenti e le trasformazioni fisiche a cui si va incontro in questo periodo, come ad esempio l’arrivo del ciclo mestruale per le ragazze e il cambiamento della voce per i ragazzi.
Una delle domande più gettonate dai genitori, spesso alle prese con le tempeste emotive di un figlio che sta crescendo, è: ma quando finisce l’adolescenza? Anche in questo ognuno ha i suoi tempi, ma possiamo dire che l’adolescenza può dirsi conclusa intorno ai 18-20 anni; da questo momento in poi si entra nell’età adulta.

Secondo alcuni studi, come quello pubblicato su Lancet Child &Adolescent Health[ 1 ], questo lasso temporale si è molto allungato. Se avete un ragazzino di circa 10 anni, rassegnatevi: secondo questi specialisti il suo ingresso nella pubertà è imminente, mentre si ritiene che l’adolescenza si concluda intorno ai 24 anni, spostando questo termine in avanti rispetto al passato.

Cos'è l'adolescenza, a che età inizia e quando finisce

Adolescenti e cambiamenti fisici, cosa sapere

I cambiamenti fisici che contraddistinguono questa fase della vita sono diversi per ragazzi e ragazze. Entrando più nel dettaglio, le ragazze noteranno:

  • lo sviluppo del seno, che inizia a formarsi;
  • un arrotondamento delle forme;
  • le anche che cominciano ad allargarsi;
  • la crescita in altezza, in genere prima dei coetanei maschi;
  • l’arrivo del primo ciclo mestruale, che segna la fine della pubertà.

Per i ragazzi, invece, i cambiamenti principali consistono in:

  • ingrossamento dei genitali;
  • perdita delle fattezze infantili;
  • cambiamento del timbro della voce, che diventa più profondo.

Sia i ragazzi che le ragazze, inoltre, noteranno un aumento dell’altezza e una peluria più folta, cambiamento che nei ragazzi è più accentuato e coinvolge anche il volto con i primi accenni di barba e baffi, anche se in questo caso molto dipende anche dalla genetica e da altri fattori. L’odore del corpo cambia e diventa più intenso, bisognerà quindi far capire con dolcezza ai ragazzi che è necessario prendersi maggiore cura della propria igiene. Cambia anche la pelle: il lavoro delle ghiandole sebacee aumenta e possono comparire brufoli e acne che, pur essendo del tutto normale, dovrebbe essere affrontata con l’aiuto di un dermatologo.

Speriamo che alcuni aspetti di questo particolare periodo che prima o poi i vostri ragazzi si troveranno ad affrontare siano più chiari. Se avete dubbi o domande potete farcelo sapere sui nostri canali social.

NOTE


1. The Lancet, The age of adolescence

Offerta